Home page

Storia

Il nome finisce con “heim“ e questo porta a pensare che IFFEZHEIM facesse ancora parte dell’aera in cui si erano insediati i franchi o che, perlomeno, ci fossero stati degli influssi in tal senso. IFFEZHEIM si trovava al confine tra l’Ufgau franco e l’Ortenau alemanno. Suppellettili funebri, quali armi, gioielli, vasellame di vario genere e monete ritrovate nel 1929 alla periferia sud del paese ci fanno dedurre che Iffezheim dovesse già esistere molto prima di quanto riportato nel documento del 1245.
 
In questo documento il paese viene indicato con il nome di “Uffinsheim“. Volendo dar credito a quello che dicono gli storici il Comune venne poi ribattezzato “Uffesheim“ a partire dal 1457 e “Uffisheim“ dal 1487. Nel 1512 gli antenati degli attuali abitanti di Iffezheim, evidentemente stanchi del nome “Uffisheim“, chiamarono il loro paese “Uffentezheim“. Intorno al 1750 il nome venne poi nuovamente cambiato in “Iffitzheim“. Mezzo secolo più tardi i libri parlano di “Iffetzheim“. Nel 1850 ci si decise infine per la versione odierna “IFFEZHEIM“.
 
Nel 1493 “Uffisheim“ e Sandweier, oggi frazione di Baden-Baden, erano ancora due comuni accorpati che dipendevano da Stollhofen. Quando vennero divisi nel 1571 nessuno volle veramente credere alla scissione. Solo verso la fine del XIX secolo, come si apprende dagli annali, si giunse ad una vera e propria separazione. La guerra dei trent’anni non lasciò indenne neanche Iffezheim che venne quasi completamente distrutto e saccheggiato dalle truppe svedesi e francesi.
 
Il paese si era appena ripreso dall’estenuante periodo della guerra quando, nel 1689, arrivarono di nuovo i francesi. La data della distruzione di Iffezheim è ricordata negli annali: il 24 e il 25 agosto. Solo pochissime persone riuscirono a sopravvivere tanto che per tre anni non furono più celebrati matrimoni.
 
Anche durante il periodo napoleonico Iffezheim fu destinato a soffrire molto. Soldati provenienti da quasi tutti i paesi europei si acquartierarono qui: tedeschi, austriaci, francesi, croati e cosacchi. Era quindi inevitabile, come ci dice anche la storiografia, che gli oneri della guerra conducessero il comune e i suoi abitanti alla rovina finanziaria.
 
Anche durante gli anni seguenti Iffezheim non riuscì a vivere momenti di pace perché durante la rivoluzione del 1849 il paese venne occupato dalle truppe prussiane. Tempi difficili furono anche gli anni `50 e `60 del XIX secolo, caratterizzati da raccolti scarsi, disoccupazione ed epidemie. In questo periodo, però, venne anche stipulato il contratto con l’allora gestore del casinò di Baden-Baden, Edouard Bénazet, per la realizzazione di un ippodromo.
 
L’intenzione del sindaco dell’epoca, Severin Schäfer, era sicuramente quella di far fruttare al meglio il patrimonio immobiliare del Comune, non potendo però certo immaginare che questo sarebbe stato l’inizio della fama mondiale di Iffezheim. Questo periodo fu caratterizzato in tutta la Germania da forti flussi migratori verso l’Europa sud-orientale o il Nordamerica. Intorno alla fine del XIX secolo le cose cominciarono a migliorare. Qualcuno trovò nuove fonti di reddito nella costruzione della ferrovia e nello sviluppo dell’industria nella regione centrale del Baden.
 
Anche l’ippodromo, dal 1871 sotto la guida del Club Internazionale, portò soldi e di conseguenza benessere al comune. La costruzione della linea ferroviaria Schwarzach-Rastatt contribuì a migliorare i collegamenti e ad assicurare un accesso diretto alla linea principale Francoforte-Basilea. Molte sono, tra l’altro, le storie divertenti che circolano sull’argomento. Dopo il 1972 la linea venne interrotta e l’area dell’ex stazione venne trasformata in un grazioso spazio verde. Benché oggi sia scomparsa quasi ogni traccia, ci si continua a riferire a questa zona con un nome che ricorda ancora la società ferroviaria.
 
Nel periodo tra le due guerre venne ampliato l’edificio della scuola costruito nel 1911 sul terreno dell’ex cimitero. Negli stessi anni venne altresì realizzato il complesso che funge anche da grande sala per le feste e che fece da modello per i comuni limitrofi. Durante la prima guerra mondiale Iffezheim riuscì ad evitare grossi danni materiali, ma nella seconda guerra mondiale venne gravemente danneggiato da diversi bombardamenti e da un massiccio attacco aereo. Grande fu naturalmente il dolore causato dalle due guerre poiché quasi ogni famiglia dovette subire la perdita di un proprio caro.
 
Gli anni del miracolo economico misero Iffezheim nelle condizioni di poter cambiare il proprio aspetto dal punto di vista strutturale. Lo sviluppo edile registrò un boom tale che la superficie edificata raddoppiò quasi rispetto al periodo prebellico. L’aumento della popolazione rese anche necessaria la costruzione di strutture comunali. Durante gli anni in cui restarono in carica il sindaco Xaver Huber e Albin König vennero realizzati:

  • un impianto per l’approvvigionamento idrico nell’area “Mittelweg“
  • una rete fognaria con depuratore
  • un obitorio
  • l’edificio della Hauptschule con integrata Realschule ed annessa palestra
  • la zona industriale

La costruzione della diga ha trasformato totalmente il paesaggio. È con malinconia che gli abitanti di Iffezheim ripensano agli idilliaci boschi che prima caratterizzavano l’identità del loro comune nella pianura del Reno.

 

Contatto

Comune di IFFEZHEIM
   
Hauptstrasse 54
D-76473 Iffezheim

Telefon: 07229/605-0
Fax: 07229/605-70
Email: gemeinde@iffezheim.de